Vai al contenuto

OnePiece

OnePiece

Ogni Domenica nuove puntate

Guarda Adesso

INSATIABLE

INSATIABLE

CONSIGLIATO DA DDLSTREAMITALY

Novità sempre in aggiornamento

Novità sempre in aggiornamento

Nuove serie tv in arrivo

Get Premium

Diventa vip per vedere tutto il contenuto del sito senza limiti
 

cosa stai aspettando?

🤭

Diventa Premium

Recommended Posts


4vh8no.jpg

Innovativa, snella, potente e ambiziosa: queste le parole chiave per descrivere Sketch, l'applicazione sviluppata da Bohemian Coding per Mac che, arrivata da poco alla versione 3, sta velocemente prendendo piede tra i designer come alternativa ai più celebri software Adobe.

Pensata per i designer
Ciò che differenzia Sketch da tutti gli altri software appartenenti al settore della grafica digitale è che per la prima volta un'applicazione è stata studiata e realizzata specificatamente per venire incontro alle esigenze dei designer che si occupano prevalentemente di UI/UX per web o app.

L'obiettivo di Sketch infatti non è fornire una moltitudine di strumenti ed opzioni, ma al contrario, focalizzarsi esclusivamente su ciò di cui il designer ha realmente bisogno, andando ad alleggerire e al contempo migliorare tutti gli strumenti essenziali. È probabile che a primo impatto la consuetudine ad utilizzare applicazioni ben più complesse vi farà sembrare la filosofia di Sketch tendenzialmente castrante, eppure è sufficiente pensare agli ostacoli che quotidianamente si incontrano nell'adattare tali software alle nostre esigenze per rendersi conto che il concetto di "less is more" tanto caro a noi designer potrebbe avere un suo riscontro positivo anche applicato agli strumenti di lavoro che adoperiamo.

Un designer necessita di strumenti mirati che facciano ciò di cui ha bisogno nel modo più semplice e veloce possibile, e Sketch punta proprio a questo, fornire strumenti migliori per migliorare il proprio workflow.

Il design
L'interfaccia di Sketch è strutturata in modo da focalizzare l'attenzione del designer eliminando le distrazioni che provengono dai molteplici pannelli ai quali altre applicazioni ci hanno abituato. La barra superiore, completamente personalizzabile, raccoglie tutti gli strumenti necessari alla creazione, nel pannello a sinistra sono invece elencati i livelli e le pagine sulle quali si sta lavorando ed infine a destra troviamo l'inspector nel quale convogliano tutte le impostazioni che ci permettono di gestire il lavoro e gli strumenti. Questa struttura caratterizzata da menu ad un solo livello di profondità, oltre a ridurre al minimo le distrazioni, permette anche di velocizzare il lavoro dandoci la possibilità di agire sulle opzioni degli strumenti con semplicità e senza perdersi in infiniti sottomenu.

Per quanto riguarda l'aspetto puramente estetico Sketch è senza dubbio essenziale ed elegante, tuttavia non ancora perfetta. Nella versione 3 sono state apportate diverse migliorie inerenti l'interfaccia, ma nonostante questo l'aspetto generale è pressoché invariato. Considerando anche il rinnovamento dell'UI di OS X Yosemite, i designers di Sketch dovranno presto lavorare in direzione flat se vorranno mantenere la propria app perfettamente integrata nell'ambiente di lavoro dei Mac.

Le caratteristiche principali
100% vettoriale. In un panorama come quello attuale popolato da una moltitudine di dispositivi, avere la possibilità di lavorare in vettoriale non è un più un optional ma un'esigenza. La peculiarità delle immagini vettoriali infatti è quella di essere infinitamente scalabili senza perdere in dettagli e qualità, proprietà che rende possibile esportare in pochi step, a tutte le risoluzioni, senza creare diverse varianti dello stesso lavoro. Lavorare in vettoriale, per di più, permette di avere documenti di piccole dimensioni facili da gestire e da condividere con i propri colleghi, a differenza dei psd spesso pesanti svariate centinaia di mb.

Ma non solo; il team di Bohemian Coding conosce bene l'ossessione che i designers hanno per la perfezione al pixel ed per questo che hanno reso Sketch capace di combinare in modo impeccabile il vettoriale al raster, il che consente di controllare già in fase di creazione come apparirà il lavoro una volta esportato in formato bitmap, il tutto con estrema leggerezza. Un altro vantaggio del raster è la possibilità di creare tutti quegli effetti pixel-based come sfumature, ombre e riflessi, che in vettoriale non sarebbero possibili o renderebbero meno accattivante il risultato.

Screen

mzl_srolvthx_800x500_75.jpg

Requisiti:

OS X 10.9 or later

BUON DOWNLOAD

Si prega di accedere o registrarsi per vedere questo code



Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×